La grande bellezza di vincere l'Oscar!

The great beauty

L'avrete letto ovunque: La Grande Bellezza è nella cinquina dei nominati per l'Oscar come miglior film in lingua straniera!

Sorrentino è riuscito nell'impresa, con un film che in Italia non ha sfondato anzi...


La Grande Bellezza nel nostro Paese ha avuto serie difficoltà a sfondare, il film ha diviso totalmente il pubblico tra chi lo considera un capolavoro e chi (come il sottoscritto) una pallata terrificante!

Ma al di là del giudizio sul film, c'è da augurarsi che l'Italia porti a casa la statuetta per alcuni semplici motivi che provo a elencare sinteticamente.

1) Dimostrare finalmente a quei "grandi giornalisti" di alcuni giornali che i fondi per il cinema non servono a finanziare film comunisti. I soldi, che a volte vengono comunque mal distribuiti, servono per portare un po' della nostra cultura e arte nel mondo. Perché non possiamo sempre e solo essere conosciuti per la mafia e il Presidente che aveva una tresca con la nipote di Mubarak...
2) L'Italia ha una storia cinematografica da far invidia a chiunque. Negli ultimi anni, grazie a Sorrentino, Crialese, Virzì, Archibugi, Guadagnino, Garrone e Rosi (Gianfranco non il mitico Francesco), solo per citarne alcuni, ha saputo rialzare la testa. Registi che insieme ai grandi nomi (dai Taviani a Benigni, passando per Moretti), hanno dimostrato che la cinematografia italiana non è morta ma può ancora produrre dei bellissimi film. Avete visto Io sono l'amore di Guadagnino, ad esempio?
3) Abbiamo bisogno di una sferzata, un vento positivo. Vincere l'Oscar non è forse quella brezza che potrebbe servire per dare un po' di ossigeno?!
4) Sorrentino, per quanto io abbia amato il Divo molto più che This must be the place e La grande bellezza, lo merita. Come lo merita lo strepitoso Servillo che, a mio avviso, poteva avere anche una candidatura come miglior attore! E poi vogliamo perderci l'esultanza della Ferilli?