Vladimir Luxuria non è mai stata arrestata a Sochi!

Vladimir Luxuria

Circolano strane e discordanti voci oggi, il giorno dopo l'arresto della nostra attivista: pare che Vladimir Luxuria non sia mai stata arrestata!


Stamane ho esternato la mia opinione in merito [link], non senza polemiche da parte vostra. Il sito Lgbtqnation ha raccolto molte testimonianze, sentiamo cosa dice:

SOCHI , Russia - L'attivista italiano Vladimir Luxuria ha comunicato di esser stato arrestato dalla polizia alle Olimpiadi dopo essere stato fermato mentre portava una bandiera arcobaleno con la scritta in russo : "Gay è OK"
La polizia ha oggi negato questo accaduto, inoltre il proprietario del locale gay di Sochi ha detto che era nel suo club quella sera a "godere" , contraddicendo una dichiarazione del portavoce di un gruppo per i diritti dei gay italiano che ha detto di aver parlato con Luxuria appena rilasciato poco dopo le 03:00 di lunedi mattina!
Luxuria, ex parlamentare comunista del parlamento italiano, è diventato un crociato dei diritti gay e personaggio televisivo di spicco. Ha dichiarato all'Associated Press che è stato trattenuto per diverse ore prima di essere rilasciato. Ha detto che non è stato arrestato.
Parlando da un hotel a Sochi aveva invece detto di essere stato fermato domenica sera in un parco cittadino da due persone non identificate le quali le hanno chiesto spiegazioni per quello che indossava. Luxuria ha aggiunto che è stato trattenuto in una stazione di polizia per circa due ore, la maggior parte del tempo in attesa dell'arrivo di un interprete.
"Il problema non era una bandiera arcobaleno, il problema era la scritta" ha detto. "Mi hanno chiesto di non mostrare più cose del genere".
Gli organizzatori di Sochi hanno detto stamane di non aver informazioni di alcun incidente .
"Abbiamo parlato con la polizia e ci hanno detto che non vi è alcuna traccia di qualsiasi fermo o di arresto", ha detto la portavoce del comitato Alexandra Kosterina.
Un ufficiale di servizio presso la stazione di polizia centrale di Sochi ha dichiarato all'Associated Press che non hanno mai avuto un cittadino italiano in custodia.
I manifestanti sono regolarmente fermati durante le manifestazioni non autorizzate. Spesso gli agenti della stazione di polizia sono talmente sopraffatti con i documenti che tengono le persone in stato di fermo alla stazione per ore prima di poterli lasciar andare senza detenzione.
L'agente di Luxuria, Fabio Saccani, ha detto che la polizia avrebbe confiscato la bandiera arcobaleno da Luxuria la quale avrebbe cercato di afferrarla di nuovo. A quel punto, ha aggiunto, è stata portata via.
Ma Andrei Tanichev, proprietario del locale Mayak, principale club gay di Sochi , ha detto che Luxuria domenica sera era nel suo locale "anche prendendo parte allo show (con trascinamento)".
Flavio Romani, presidente di Arcigay, l'organizzazione di difesa dei diritti dei gay italiana, aveva detto all'agenzia di stampa italiana ANSA che aveva parlato a Luxuria per telefono dalla stazione di polizia dove aveva confermato di essere stato arrestato e, di nuovo, di averla sentita quando e stata rilasciata poco dopo il le 3 di notte, ora locale di Sochi. Le stesse in cui secondo il gestore si trovava nel suo locale: qualcosa non torna...
Domenica Luxuria aveva postato una sua foto su Twitter con un ventilatore color arcobaleno con il messaggio: "Sono a Sochi! Saluti con i colori dell'arcobaleno, nel volto di Putin!"

A questo punto, Vladimir, vogliamo la verità! Dicci davvero come stanno le cose, perchè non si specula sull'omofobia e sulle sue vittime, soprattuto nella loro patria d'origine!